una cuoca pericolosa

Cibo e idee per tempi da lupi (e non solo)

Dolce d’inverno

Lascia un commento

COME RESISTERE alla tentazione di una torta in una grigissima serata d’inverno ? In fondo Oscar Wilde aveva ragione, meglio cedere. La scelta di rendere omaggio alla stagione più bistrattata dell’anno – mai sentito dire “quanto amo le fredde, grigie, buie giornate d’inverno”- cercando di riprodurne con dolcezza il carattere forte e ineludibile è nata anche per rendere felice la pupa, chiusa in casa per la pioggia e più irrequieta del solito: adora il cioccolato e pasticciare in cucina con me o con chiunque abbia il coraggio di sceglierla come partner.

Il cioccolato è invernale, anche se nasce sotto il sole più caldo.

Le melagrane sono un frutto coloratissimo, ma pur sempre invernale

La marmellata di arance è invernale esattamente come i primi due ingredienti

Ecco nata la mia personale versione di una torta d’inverno

4DE80D6C-C84A-4714-BD0D-019EFDECC85B

IL FIORE bianco è un contributo della mia aiutante (leggi figlia di 5 anni) e l’idea delle noci è il tocco del di lei genitore maschio (leggi babbo, assiduo consumatore di dolci di ogni tipo e consistenza) . Insomma, questo dolce è stato un gustoso affare di famiglia.

INGREDIENTI

3 uova

200 ml di latte intero

100 grammi cacao in polvere

200 grammi farina 00

1 bustina di lievito madre secco

100 grammi di zucchero

150 grammi di burro

1 presa di sale

1 melagrana

4 gherigli di noci

80 grammi di marmellata di arance

MESCOLATE in una capiente zuppiera tutti gli ingredienti in polvere, in un’altra zuppiera mescolate il latte, le uova sbattute e il burro fuso quindi versate il composto nella zuppiera con farina e cacao e mescolate energicamente per almeno 5 minuti con le fruste a mano o con lo sbattitore (potete ridurre a 2/3 minuti in questo caso). Il composto deve risultare liscio e piuttosto “lente”. Versate in una tortiera precedentemente imburrata e passate in forno ventilato a 170 gradi per una trentina di minuti. La cottura comunque va controllata perché tanto tutti i forni sono diversi quindi occhio a non far bruciare la torna o tirarla fuori mezza cotta.

La prova con lo stecchino infilato al centro vale sempre, almeno per me.

A cottura ultimata, fate raffreddare, togliete la cerniera alla tortiera e stendete la marmellata in superficie, quindi decorate con i chicchi di melagrana e i gherigli di noce.

Se volete proprio farvi “male”, aggiungete a parte una porzione di crema Chantilly.

EVVIVA L’INVERNO 🙂

Autore: una cuoca pericolosa

Ma se dico tutto in questa sintesi, il mio blog che lo leggete a fare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.