una cuoca pericolosa

Cibo e idee per tempi da lupi (e non solo)


4 commenti

Salmone croccante con avocado e pomodorini confit

L’IDEA di questa ricetta la devo al piacere della scoperta. Nel senso che ogni volta che posso, mi avventuro in territori sconosciuti, anche solo gastronomicamente parlando. Le indicazioni per la preparazione le ho trovate sul settimanale femminile di un importante quotidiano, non scrivo quale perché non mi ricordo se si tratta di Repubblica o del Corriere della Sera, quindi per non fare torti li menziono tutti e due e ciao. Tornando alla ricetta, mi intrigava moltissimo l’accostamento salmone-avocado che rischiava ci essere un trionfo di toni pastello nei colori e dolcezza nel gusto. Ho aggiunto i pomodori confit per dare una nota piú vivace per gli occhi e acidula al palato. Al resto hanno provveduto il lime nell’avocado e la salsa di soia. E alla fine mi sono pure piaciuta 🙂

Il salmone con avocado e pomodorini confit va bene per una cena spensierata, accompagnato da pane tostato e un vino bianco secco e profumato, magari con le bollicine, o una birra al doppio malto, potente ma non troppo alcolica.

INGREDIENTI

Tranci di salmone quanti sono i commensali

2 avocado maturi

6 o 7 pomodorini

1 cucchiaino di zucchero di canna

4 o 5 cucchiai di olio evo

1 lime spremuto

2 cucchiai di salsa di soia

Sale e pep q.b.

PER PRIMA COSA ho preparato l’insalata di avocado. Dopo averlo aperto e denocciolato, ho tolto la buccia e l’ho ridotto in cubetti che ho condito con olio, lime e un cucchiaio scarso di salsa di soia. In una padella antiaderente ho cotto i pomodorini con due cucchiai di olio e un pizzico di sale, a fine cottura ho aggiunto lo zucchero, ho caramellato e tolto dalla padella. In un ‘ altra padella ho scaldato due cucchiai di olio evo con un cucchiaio scarso di salsa di soia, vi ho adagiato i filetti di salmone dalla parte della pelle e li ho cotti per tre, quattro minuti. Li ho girati e cotti per un paio di minuti quindi ho impiattato guarnendo con l’insalata di avocado e i pomodorini confit.

La foto, questa volta, era venuta bene bene, ma era in una definizione troppo alta e non sono riuscita a caricarla nel sistema 😦

Appena rifaccio questo salmone, ci riprovo a postarla…


5 commenti

Cobb Salad in onore dell’amica Silva

HO AMMIRATO lo stile e le capacitá dell’amica Silva fin da quando sono diventata una follower del suo blog, praticamente all’inizio della mia attivitá come blogger, e con lei condivido il piacere per certi piatti della cucina a stelle e strisce non troppo complicati – a Silva vengono bene anche quelli complicati, a me non tanto 😦 – ma di grande gusto e spesso anche belli da vedere. È vero che “in corpo c’è buio” , ma per fortuna il piacere del cibo spesso comincia da come si presenta un piatto. Quindi ben vengano le variopinte e gustose insalate della tradizione americana. Per festeggiare una domenica di relax, ho adottato una delle ricette di Silva, la Cobb Salad, e ne ho ricreata una versione semplificata, cioé senza formaggio (gorgonzola), perché non lo posso mangiare. Purtroppo, perché nella Cobb Salad ci sta benissimo e mi piace anche molto.
Devo dire che, gorgonzola o no, la Cobb Salad è venuta niente male, perfetta per questo clima afoso e di grande effetto coreografico, davvero deliziosa.
Ancora una volta, grazie Silva, per essere un piacere da leggere e una fonte di ispirazione in cucina.

image

 

INGREDIENTI

3 uova
1 avocado maturo
3 pomodori
3 filetti di petto di pollo
6 strisce di bacon
Olio evo q.b.
Sale e pepe q.b.
1 limone
1/2 cucchiaio di maionese o 1 cucchiaino di mostarda dolce
Prezzemolo tritato

HO PREPARATO la vinaigrette con olio, sale, limone, pepe e maionese e l’ho messa a riposare in frigo quindi ho cotto il petto di pollo a vapore e l’ho lasciato raffreddare. Ho svuotato i pomodori dei semi e li ho tagliati a dadini grossolanamente e ho fatto lo stesso con l’avocado e con le uova che avevo precedentemente lessato. Per ultimo ho rosolato il bacon fino a farlo diventare croccante quindi ho ridotto anche quello in pezzetti. A questo punto ho affettato il petto di pollo a rondelle e ho sistemato tutti gli ingredienti in un piatto, una fila accanto all’altra, cospargendoli con poca vinaigrette: la Cobb Salad era pronta per la foto. Poi ho mescolato tutto e aggiunto il resto della vinaigrette.
Ho accompagnato con una birra al limone, di quelle che vanno di moda quest’estate, a bassissima gradazione alcolica e piene di gusto.
Il pane? Ai cereali, ovviamente.