una cuoca pericolosa

Cibo e idee per tempi da lupi (e non solo)

Ho provato “Cibi” e ho trovato l’armonia

NON MI CAPITA SPESSO di entrare in un nuovo ristorante e sentirmi così bene e a mio agio da scoprirmi a pensare “qui ci sono già stata”, pur essendo certa  di non averlo fatto. Ma è proprio quello che mi è successo da “Cibi”, locale che ha aperto a inizio anno in Santo Spirito a Firenze, proprio davanti alla piazza che dà il nome al quartiere. Sarà perché alla guida del ristorante c’è Lirio Mangalaviti, già mente e cuore della manifestazione DeGustibooks, uno che di cucina e dintorni se ne intende sul serio, sarà perché lo studio che ha realizzato il decor interno ha fatto scelte semplici e vincenti usando materiali caldi come legno, ferro, vetro, sarà infine per un menù dove tradizione e innovazione si sposano con… gusto, ma l’impressione più forte che ho provato uscendo da Cibi dopo un pranzo con un’amica sta tutta in una parola rara: armonia.

IMG_1829
Il nostro pranzo doveva essere di quelli veloci e per parlare di “cose di lavoro”, anche se poi non è andata proprio così perché la compagnia era di quelle che fanno scordare il tempo. Quindi, per un paio d’ore ci siamo dilettate con un piatto unico accompagnato da un dolce, ma l’offerta da Cibi è ricca e articolata, unita a una carta dei vini di tutto rispetto, con possibilità di bere al bicchiere e anche di gustare ottime birre artigianali.

IMG_1835 Io ho preso un delizioso “fishburger” con zucchine filangé, misticanza al balsamico e accompagnato da maionese alla senape, la mia amica, invece, ha scelto spaghetti alla chitarra con bottarga. Alla fine abbiamo deciso di farci del male con un ottimo cheesecake con composta di mirtilli fatta in casa. Un delirio. Eccellente anche il caffé.

IMG_1834

A parte il cibo, buonissimo, mi è piaciuto davvero troppo tutto l’ambiente: il bancone fatto con assi di barrique, le lavagne in ardesia dove sono segnati il menù e i vini del giorno, la corte interna in cui nella stagione calda sarà possibile mangiare come se si fosse in giardino… Da Cibi, vista l’attività di Lirio come editore, non manca una ricca selezione delle migliori pubblicazioni in materia di vino, agroalimentare e affini che si possono consultare ma anche comprare, e un programma di incontri e riferimenti culturali che si svolgono nel locale e in Firenze. La perfetta armonia fra corpo e spirito. Bravo Lirio.

IMG_1828

One thought on “Ho provato “Cibi” e ho trovato l’armonia

  1. Sembra il destino delle cose belle:finire presto. Lirio ha lasciato la guida del ristorante “Cibi” che ha cessato temporaneamente l’attività. Ora non resta che aspettare di vedere cosa proporrà la nuova gestione

    UNA CUOCA PERICOLOSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...